zattere per le mamme

...le forze cominciavano a venirmi meno, quando all'improvviso intravidi tra i flutti una zattera ed una mano allungata verso di me...con gli occhi brucianti di salsedine e la bocca piena di acqua riuscii a dire solo uno stentato 'grazie'...

mercoledì 9 aprile 2008

Me and myself

Ieri ho avuto continui dissapori con l'altra me stessa.

Intanto LEI sosteneva che fosse ora di smetterla con certi miei atteggiamenti adolescenziali, tipo guardare il tizio nella macchina accanto con aria da micetta tanto per mettere alla prova un secs appil che ultimamente è secs parecchio anzi direi arido.
Io invece avevo da ridire sulla solita banale rottura propinatami che a 41 anni si è belli che cresciuti.
Abbiamo litigato sul fatto che ho mandato a fanculo uno con l'indice alzato e avendo rischiato di essere dal tizio linciata in piena Piazza Mazzini, LEI m'ha dimostrato che sono un'infantile; io semplicemente mi sono limitata a sfancularla utilizzando l'altro dito medio.
Non sono d'accordo quando s'intromette continuamente nei miei metodi educativi; mi ripete come un mantra - Micol ha bisogno di te, fa di tutto per attirare la tua attenzione, dedicale più tempo, gioca un pò con lei anche se sono le otto, chiedile cose, falle complimenti, implementa la sua autostima; di contro io come un mantra ho detto a Micol - fermati, lascia stare i miei rossetti, mangia senza sbrodolare, se continui a saltare sulla sedia ti sfracagno di paccari (schiaffi n.d.r.), non sono arrabbiata ma non cantare motivetti col boccone in bocca, non svestire tutte le bambole (soprattutto quelle che mi piacciono di più...), vai da tuo padre, vai dalla nonna, vai dalla tata, vai da chi ti pare ma lasciami in pace.

LEI mi guarda come se fossi una merda inscatolata e io non la sopporto...

Non ammetto che LEI possa aggravare i miei sensi di colpa. Ieri volevo essere negativa su tutto; cazzo è un mio diritto.
Io vedo intorno a me il bello e non lo so riconoscere, mi rimprovera LEI. Ho la Fortuna di avere una paccata di vantaggi rispetto ad altre donne e non li so riconoscere. Voglio per forza un'altro figlio e non mi sovviene mai che c'è chi ucciderebbe per avere una figlia come la mia.

Che ieri sera prima di addormentarsi mi ha detto: Ti voglio tanto bene mamma e voglio bene anche alla mamma arrabbiata...

E fu così che una piccola donna fece da paciere tra me e myself.

7 Comments:

Blogger campo di fragole said...

Graziella che bello "rivederti" tra i comments e che bello rivedere che anche tu sei "tornata".

Sta cosa del dito non mi e' sconosciuta affatto. tu per lo meno litighi tra te and yourself io invece spesso me la devo vedere con mio marito che da buon anglosassone ste cose proprio non le fa lui... Oh ma quando ci vuole ci vuole. Sti diti a certe persone glieli metterei negli occhi!! Vabbe' abbasso la violenza....
Baci bella

5:49 PM  
Blogger copyman said...

Andando di questo passo dovrai pagare una segretaria che tenga l'agenda degli appuntamenti per le varie Graziella e che, ovviamente, sia diabolica nel depistare gli automobilisti cui hai occasionalmente provocato uno sturbo con una fugace occhiata dal finestrino della macchina :-)

Scherzi a parte, Gra,il problema mi pare stia nel fatto che una parte di te tende a caricarti di aspettative non dico eccessive, ma molto alte. Sembra quasi pretendere che in ogni circostanza tu sia inappuntabile, dica la cosa giusta, sorrida giudiziosamente, scelga la procedura corretta per evitare passi falsi che ti verranno prontamente rinfacciati come fossero l'anticamera del disastro.
Saranno anche piccole gocce d'ansia che si sfogano con una occasionale litigata tra te e te, ma nel quadro generale della tua vita lo sai solo tu quanto possano pesare una volta messe insieme a tutto il carico ordinario tra lavoro e famiglia.
Quando ci si confronta con l'alter ego il problema è che non c'è mai un buono e un cattivo, nessuno dei due ha completamente torto o ragione. Che dirti?
A me sembra che la Graziella inquisitrice e "ammodino" non faccia proprio schifo come consigliera, anche se forse è la voce della parte più ansiosa e ansiogena.
Tuttavia dovrebbe farsi una ragione del fatto che la Graziella "verace" deve poter respirare, ha diritto di essere allegra, stanca o inversa e di avere i suoi momenti di luna storta fuori dei giorni canonici ecc. ecc,
Detto questo è meglio che chiuda, perché temo di avere esaurito il bonus fregnacce per i prossimi 15 anni.

Omaggi
M.

1:41 AM  
Blogger lemoni said...

@ Dani:ciao tesorina mia...sei sempre la benvenuta...

@Marcello: tutto vero ciò che mi scrivi...ahò a leggermi hai imparato a conoscermi quasi meglio di chi vive con me...sei un grande...ti voglio bene...

2:42 PM  
Blogger Panzallaria said...

micol è sempre saggia saggissima, ma tu non ti mettere troppi sensi di colpa che poi tanto ti fermi e analizzi tutto alla perfezione e non riesci mica - che si vede lontao un miglio - a fare ditaculo alla vita...

un abbraccio da Panz che era tanto che non passavo

10:55 PM  
Blogger Gigi Massi said...

dev'essere una cosa primordiale tra femmine, pure io vedo che certe volte la cami fa fatica a sorridere alla piccoletta, sarà che le cose son sempre andate così, ai papà il gioco e la buffoneria, alle mamme la fatica e le preoccupazioni...ti capisco, eh, è pure colpa di noi maschi.

gigi

11:19 AM  
Blogger campo di fragole said...

Graziella cara per favore passa da me o un premio per te....
Un bacione
ehy ma dove sei finita?

10:13 PM  
Blogger isabella said...

O che bello mamma anche tu!
Anche io di due uno di 8 e uno di 1 e mezzo! Lavoro e oltre a scaricare con emule le canzoncine, ho i compiti di scuola, un ex marito, un compagno in odore di santità, famiglia che mi sostiene. L'unica cosa è che tutti mi chiedono qualcosa sempre ...
Cosa faccio quando il più grande mi dice "tu non mi guardi mai" dopo che sono arrivata a casa dopo il lavoro con la spesa ho cucinato per tutti steso una lavatrice, telefonato al pediatra imitando la tosse notturna del più piccolo, litigato con il mio ex marito che ha partorito l'ennesima idea meravigliosa,il che mi ricorda perchè ci siamo lasciati. Mi sento una cacca ma è anche vero che mentre io facevo tutto ciò lui giocava al a playstation. Così dopo aver dedicato tutto a tutti, mi alzo sabato mattina allle 5 e faccio le torte, l'ultima è stata quella di "battesimo" dell'ultimp post...

3:42 PM  

Posta un commento

<< Home

Lilypie - Personal pictureLilypie First Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers