zattere per le mamme

...le forze cominciavano a venirmi meno, quando all'improvviso intravidi tra i flutti una zattera ed una mano allungata verso di me...con gli occhi brucianti di salsedine e la bocca piena di acqua riuscii a dire solo uno stentato 'grazie'...

martedì 11 luglio 2006

Considerazioni

Sono davvero contenta di aver assistito, nella mia vita, alla seconda vittoria dell'Italia come CAMPIONI del MONDO...nel 1982 ero una quindicenne pennellona e molto timida, ricordo che stavo già trascorrendo le mie consuete vacanze a Ischia e che fu una vittoria festeggiatissima (coi napoletani come ti sbagli!) ...oggi, 24 anni dopo, che di anni ne ho 39, me lo sono goduto un pò di più,il momento, del batticuore e dell'esultanza ma mi è mancato essere una adolescente per fare un pò di sano casino con i miei coetanei.
Diciamo che mi sono contenuta, oibò, sono sempre una signora... (Glom!).
Altra considerazione. Che il Genio Italico sia una certezza è noto da secoli. Paese di poeti e letterati non solo manifesti ma celati proprio nel popolino...perchè gli ideatori degli striscioni sono dei COPY WRITERS a tutti gli effetti:

"NOI AL CIRCO MASSIMO, VOI AL MASSIMO AL CIRCO..."
"EGALITE', FRATERNITE', INCULATE'..."
"e ora...ARIDATECE LA GIOCONDA!" (come il famoso striscione napoletano a Verona"Giulietta è 'na zoccola" ne vogliamo parlare? )
Esempi come questi a centinaia, tutte le domeniche negli stadi, ma anche nelle nostre strade cittadine, graffiti comici apposti su slogan pubblicitari, costati probabilmente al Cliente committente bei soldi e profanati dal guizzo creativo di un Signor Nessuno...

La terza considerazione non c'entra nulla con le prime due.
E' solo che a volte dimentico il motivo per cui ho cominciato a scrivere questo blog...per cui diventa un puro Diario personale perdendo invece quel filo rosso che mi ero imposta quando ho iniziato i primi post.
Da allora, non ho condiviso il problema di Micol, di mia figlia, con nessun genitore...sono,oggi, certa quasi all'80 % che Lei abbia i cosiddetti "Dolori di crescita" ma anche sui Forum specializzati, a questa voce corrispondono pochissime notizie e comunque Lei continua ad avere questa Bua (stramaledetta cornuta...) alle gambe ed io sono sempre la solita frustrata perchè, a parte i miei intrugli omeopatici e gli olietti essenziali, non so fare altro. Di certo non voglio più portarla in giro per dottori; è un oltraggio alla sua intelligenza propinarle vaghe gite quando invece ci aspetta il solito studio immacolato co' quattro giocattoletti vecchi e rotti e mi tocca sopportare il suo sguardo da bambi che gli hanno appena ucciso la mamma.
Per cui passano i mesi ed anche il Blog me lo ricorda.
OCCHEI...occhei...occhei...cazzo!

4 Comments:

Blogger matraca said...

Ciao!! Fortunatamente il mio capo ha senso dell'umorismo e si e' fatto con noi una sana risata!! Leggo dei problemi di tua figlia, ho sentito parlare dei dolori di crescita ma ne so poco! Spero niente di grave e che il tutto si sistemi al piu' presto!!!

3:56 PM  
Blogger Giggimassi said...

io non so manco cosa siano i dolori di crescita, la mia piccola ha solo 9 mesi. Stai serena che Micol starà bene.

Mondiali: ho qualche anno meno di te (eh eh), ero troppo piccolo per festeggiare nell'82, e troppo "grande" per farlo adesso (almeno alla maniera adolescenziale ;-)

E infine: qual è il problema? Il blog è un diario personale in cui puoi scrivere cose non personali.

4:59 PM  
Blogger Panzallaria said...

concordo con Gigimassi che il blog deve essere quello che tu vuoi e quello che ti senti di volta in volta; prima o poi magari trovi qualcuno che lo legge e condivide con te questo "problema".

Io sono sicura che - quando prestissimo - la dolce Micol avrà superato queste crisi di dolori, allora ti sentirai meno in colpa perché usi il blog come diario...

perché non significa essere impotente di fronte ai problemi suoi, tu - ricordatelo sempre - stai facendo tutto il possibile, tutto quello che può fare una mamma! e sono sicura che a breve sorriderai ripensando a questa fase....come quando la mia mamma mi racconta di quella volta in cui a 9 mesi, ho tirato una capocciata contro l'armadio e mi si è riempita la faccia di sangue: ora ne conservo una piccolissima cicatrice sul sopracciglio (la prima della mia vita) e lei ogni tanto me la accarezza e la usa come pretesto per raccontarmi della mia infanzia.

Ma allora probabilmente prese una gran paura...

in bocca al lupo
Panzallaria

5:59 PM  
Blogger lemoni said...

Ecco...veramente, potrete anche non crederci...ma a parte i miei cari, nessuno degli esperti che ho incontrato ha mai usato una parola di incoraggiamento così piatta e fine a se stessa come quelle tue Giggi o quelle tue cara Pansè o di altri bloggers che ho avuto il piacere di incontrare.
Questo mi basta.
Micol è una bimba straordinaria;l'esperienza di una sindrome dolorosa pur mantenendo la vivacità dell'infanzia la rende ai miei occhi ancora più straordinaria...il problema è solo mio e del mio cuore, perchè tutti i giorni mi ripeto che passerà presto;poi però ad ogni attacco notturno mi prende una gran paura che possa essere qualcosa di diverso che nessuno ha ancora capito...e mi rovinano le mie continue ricerche sulla rete,che a volte mi rassicurano, altre volte mi terrorizzano perchè leggendo scopro sintomi che riportano a malattie tremende...insomma mi prenderei a sberle da sola!!!
C'ho un'unica scusante...che, come Voi, io amo mia figlia più di ogni cosa al mondo...così, semplicemente...

11:57 AM  

Posta un commento

<< Home

Lilypie - Personal pictureLilypie First Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers