zattere per le mamme

...le forze cominciavano a venirmi meno, quando all'improvviso intravidi tra i flutti una zattera ed una mano allungata verso di me...con gli occhi brucianti di salsedine e la bocca piena di acqua riuscii a dire solo uno stentato 'grazie'...

giovedì 13 luglio 2006

Sono parte romana e parte-nopea

Girano dei puristi della lingua italiana che ogni tanto si intrufolano nei post e commentano pure i commenti con appunti del tipo: occhio al congiuntivo - qual è senza apostrofo - io so e non io sò- e così via (e la lista è davvero lunga e poi io la grammatica italiana l'ho studiata alle elementari ma certe regole poichè i miei si sono spesso rivolti a me anche in dialetto sono state poco e male applicate).
Insomma qualche blogger o anonimo che io ho definito 'O Prufessore ti mette benino oppure quel tremendo visto -che ci faceva tanto soffrire quand'eravamo piccini- ad ogni cartella dattiloscritta.
No, no, fino a qui nulla di male. Tranne però accorgermi di avere, dopo ogni post pubblicato, la fobia della rilettura e la nettissima sensazione di essermi presa la Laurea con i punti Miralanza.
Eppoi io c'ho le licenze poetiche!!!OH!
Intanto i puntini...vi sarete accorti che sono una donna generosa.Distribuisco puntini a volontà dappertutto (post-commenti ma anche lettere,biglietti e pure la mia nota della spesa per la tata ha i punti di sospensione).Perchè io adoro la suspance...e dopo i puntini...so che si rimane lì...ad aspettare...diciamo pure che ad argomentazioni poco convinte tre puntini riempiono parecchio!!!Sigh!
Poi c'ho il vernacolo che mi prude.E io adoro le persone che quando gli prude si grattano.Che non hanno mezze misure.Io pure.Però io scrivo in romanesco -spesso!- ed in napoletano -mi cito addosso!- e spesso non mi capisco nemmeno io; ma pure a casa quando m'incacchio talvolta smadonno parte romana e parte-nopea (e nessuno mi si fila!).
E vogliamo parlare degli accenti? grave e acuto non fà differenza. Faccio come Totò e Peppino quando,nella stesura della famosa lettera alla Malafemmena, mettono punto punto e virgola e due punti.Meglio abbondare...doveste pensà che sono tirchia!
Insomma perdonatemi gli sfondoni grammaticali e continuate a scrivermi anche nel Vostro di dialetto, almeno gli permettiamo di non estinguersi.
AI PROFESSORI: ma non c'avete gnente da fà !Aggiustà 'na tapparella rotta, chessò, cambià 'na lampadina? E che cavolo!

5 Comments:

Blogger Massimo Manuel said...

Ahah, i professori...fanno un pò pena, poverini... :)
Ma scrivi come ti pare! ;) Se neanche sul proprio blog si può sbagliare con serenità è la fine...
Bel blog, cmq...
Tornerò spesso!
Statte buone! ;)

4:30 PM  
Blogger Gloricetta said...

Bella Lemoni !!! Che bella tirata d'orecchie ai sapientoni. E' bello poter scrivere nel proprio blog un pò come uno parla, per dare carattere allo scritto e vestirlo di connotazioni personali. Io trovo il tuo blog divertente e con degli spunti di riflessione interessanti.... e poi i puntini di sospensione piacciono anche a me. Glò

4:41 PM  
Blogger Panzallaria said...

soccia quanto c'hai ragione. Son tutti un po' dei cinni cresciutelli i professaur!!!!

Ma che vadan ben a spender che gnu eter n'avemia mia temp da pirdar!!!

Saluti e tortellini

Panzallaria

7:28 PM  
Blogger Giggimassi said...

...e poi: lo sai chi scriveva con i puntini? Un genio come Céline!

baci, G.

8:32 AM  
Blogger matraca said...

Ma qui sei a casa tua e fai quel che ti pare no?!!??! metti tutti i puntini che vuoi (io come te li semino in ognidddddovvve!!!!!)Buona giornata!

11:10 AM  

Posta un commento

<< Home

Lilypie - Personal pictureLilypie First Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers