zattere per le mamme

...le forze cominciavano a venirmi meno, quando all'improvviso intravidi tra i flutti una zattera ed una mano allungata verso di me...con gli occhi brucianti di salsedine e la bocca piena di acqua riuscii a dire solo uno stentato 'grazie'...

lunedì 5 marzo 2007

Survivors




Sono sopravvissuta.


Al Festival di Sanremo. Alle risate continue della Hunziker. Al buffo modo di camminare di Pippo falacata ampia e braccia a dondolo; alla fine anche lei camminava così e mi faceva tenerezza perchè neanche i bellissimi abiti griffati le ridonavano personalità. Anche a certe canzoni che mi hanno colpito nell'anima sono sopravvissuta. Quella di Fabio Concato e la difficoltà di ricollocarsi professionalmente. Quella di Cristicchi, alimortacci sua e del paroliere, perchè, per chi ahimè ne ha conoscenza per esperienza personale, una casa di cura per malattie mentali non è diversa da una casa di riposo per anziani dove la solitudine del cuore ti fa svalvolare velocemente il cervello.


Vabbuò.




Sono sopravvissuta.


Al virus. Alla debolezza. Ai dolori al collo e alle anche. Il dottore ha detto che questo clima incerto, molto spesso gonfio di umidità fa proliferare diversi microrganismi infettivi nuovi. A me nello specifico mi ha detto che ho beccato un virus da ceppo nuovo. Gli avrei volentieri risposto che del ceppo non me ne fregava una emerita cippa; ma ho soprasseduto perchè mi sentivo troppo male e per la prima volta ho ingurgitato l'antibiotico manco fosse l'acqua benedetta di Lourdes.


Ma che sfaccimme.




Sono sopravvissuta.


Mega pranzo da mia suocera per festeggiare mia cognata.Mia suocera al contempo doveva ricambiare l'invito a pranzo a casa di papà per cui ha invitato pure lui. Mio cognato ha colto l'occasione per portare anche i suoi genitori, i suoceri della sorella di Steve. Naturalmente c'erano anche le due scatenatissima cuginette Micol e Giorgia. Mio padre è venuto con la sua attuale compagna;io mi sono portata dietro mia madre. Ragazzi a me le famiglie allargate fanno - davvero!- tanta simpatia, ma stò giro non ero del mio umore solito per cui sono tornata a casa con un magone pazzesco, quella sensazione tipica di figlia che pure di vedere i genitori separati ogni tanto insieme sopporta anche di vedere la mia mamma parlare, con la sua solita solarità, con la fidanzata di papà e c'ha le pigne nello stomaco. Che donna moderna che sono.


Ma vafangule.




sì è vero...il corpo ha recuperato alla grande ma l'umore lo devo coccolare ancora un pò...allora mi posto questo meraviglioso autoritratto di Balla dal titolo autocaffè che è consolatorio...

12 Comments:

Blogger Annachiara said...

1)A me la Hunz non ha fatto tenerezza, ma molta rabbia. Comunque i vestiti non le donavano. Lei sta meglio in giacca e cravatta.

2)Ma come diavolo t'è venuto in mente di portare tua madre? Questa un giorno me la spieghi!

In bocca al lupo per gli antibiotici!

12:36 PM  
Blogger lemoni said...

@ annachiara:hai ragione...è stato difficile pure per me accettarlo...non era la prima volta che si incontrano...in realtà la donna di mio padre è davvero una brava signora e mia madre ormai se ne è fatta una ragione dopo tanti anni. Il problema è che pur di far stare Micol con entrambi contemporaneamente io forzo un pò gli incontri. Paradossalmente l'unica che ha capito bene la situazione è proprio Michi che ha molto chiari i ruoli nonno nonna e la signora Giovanna...hai capito?

12:40 PM  
Blogger PlacidaSignora said...

Un bacio, mia dolce donna moderna...;-*

1:15 PM  
Blogger matraca said...

signora Giovanna...che tatina stupenda che e' Micol!!!! Sono entrata anche io nel tunne antibiotici (10 giorni!!) ho iniziato a tossire ieri alle 14 e non ho ancora smesso...son qui DISTRUTTA!!!! Rimettitti presto anche nell'umore! Baci Chicca

3:27 PM  
Blogger Chiara said...

Magari un'autocioccolata potrebbe servire... ma meglio se te la prepara qualcuno e ti fa compagnia, va'! :-)
Un abbraccio
Chiara

4:29 PM  
Blogger Giggimassi said...

mi sa che hai una mamma piuttosto meravigliosa.

Per l'umore consiglio vagonate di bignè di san giuseppe :-*

6:18 PM  
Blogger Panzallaria said...

capisco il groppo in gola e ti abbraccio forte...

nel rapporto con i genitori si rimane sempre bambini con il timore dell'abbandono, anche quando ci sembra di esserci emancipati come adulti e genitori a nostra volta...

un abbraccio
Panz

1:39 PM  
Blogger giuliana said...

tu no, però. tu non ti puoi mica abbattere così, per una sgarzellina milionaria vestita di ori e di argenti, o per un antibiotico temporaneamente santificato, e neanche per una famiglia da serial tv.
tu no, Gra.
zeppole endovena e l'umore seguirà :)
auguri di cuore!

5:51 PM  
Blogger giuliana said...

marò, sta foto è terribile! vado a toglierla subito!!!
:)))

5:52 PM  
Blogger Labelladdormentata said...

Carissima, preparati, che a fine mese ti porto un po' di buonumore! :-)

7:06 AM  
Blogger Laura said...

Ciao, ti leggo ma credo di non essere mai intervenuta. Ho visto sul tuo profilo che sei una maratoneta, ho capito che sei una persona attenta a certi temi, sei romana....quindi non hai scuse! Anche tu alle Terme di Caracalla con la piccola il 20 maggio!!!

10:21 AM  
Anonymous Anonimo said...

Im Vertrauen gesagt ist meiner Meinung danach offenbar. Ich empfehle, die Antwort auf Ihre Frage in google.com zu suchen viagra rezeptfrei niederlande levitra vs viagra cost [url=http//t7-isis.org]cialis ohne rezept[/url]

10:05 AM  

Posta un commento

<< Home

Lilypie - Personal pictureLilypie First Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers